santignazio1

 

Sant’Ignazio, 24 giugno 2015

Cara Mamma e caro Papà,

so che di recente avete avuto la gioia di una nascita ed è per questo che mi permetto di entrare in casa vostra per condividere le gioie e le speranze che la nuova creatura hanno portato nella vostra famiglia.

Ogni bambino che nasce porta con sé l’attesa delle tante cose che verranno, insieme a tanti interrogativi e qualche preoccupazione. Da secoli i nostri familiari hanno portato le loro gioie e speranze insieme alle preoccupazioni al Santuario di S. Ignazio dove mi è particolarmente caro invitarvi alla Messa di domenica 2 agosto alle ore 17,00 perchè proprio questo grande Santo da quattro secoli è invocato per ottenere la protezione per i bambini e per questo è stato considerato dai valligiani come il Patrono delle giovani generazioni. Questa devozione trovava un’espressione bella e gentile nel giorno della festa liturgica di Sant’Ignazio (31 luglio) nella consuetudine di portare in Santuario i bimbi nati nell’ultimo anno per metterli sotto la protezione del Santo e ricevere la speciale benedizione che ad ogni piccolo veniva impartita ed è stata ripresa con molto gradimento delle famiglie interessate. Per questo invito voi e vi chiedo di estendere l’invito ad altre coppie che come voi hanno avuto una nascita nell’anno 2014 e in questi primi mesi del 2015 alla Messa del 2 agosto in cui si terrà la benedizione dei bimbi.

Ovviamente anche tutti gli altri bambini sono invitati e anche per loro pregheremo in modo particolare.

Ci troveremo sul piazzale basso del Santuario (alle ore 16,15) e saliremo processionalmente. La celebrazione sarà presieduta da Don Claudio Pavesio, parroco di Ceres e Moderatore della Unità pastorale e sarà per me l’occasione per incontrarvi e per pregare insieme affidando ogni bimbo/a al Signore per mezzo di S.Ignazio.

In Santuario ci sarà la possibilità di assistenza per ogni necessità, anche medica, per le mamme e i piccini.

Al termine della funzione ci sarà un momento conviviale per proseguire la festa iniziata nella celebrazione.

Vi sarei grato se poteste dare una risposta, che naturalmente è pienamente libera, o direttamente al Santuario, specie se desiderate delle precisazioni, o tramite il vostro parroco.

Vi ringrazio di cuore se vorrete accettare l’invito e allietare la festa del nostro Patrono col sorriso del vostro bimbo o bimba.

Insieme alle famiglie dei Diaconi permanenti che con me condividono il servizio in Santuario vi affido fin da ora al Signore della vita in attesa di incontrarci. Un fraterno saluto. 

Il  Rettore